New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

19 novembre 2017

Crostata con confettura ai frutti di bosco


Un classico senza tempo della pasticceria: la crostata con confettura ai frutti di bosco. Davvero gustosissima!!! Perfetta per l'autunno, l'ideale in ogni stagione, un vero comfort food, la proposta di un dolce morbido e friabile, dal sapore genuino e sano. Tante varianti e un'infinità di tipi di crostate, di ogni forma e consistenza, ma vale sempre la pena di provare la delicatezza di accostamenti deliziosamente accattivanti. Ottima per una sana e nutriente colazione o merenda, in ogni occasione una bontà irresistibile!      


Crostata con confettura ai frutti di bosco

Ingredienti

Per la frolla:
250 g di farina Bio Arifa Ruggeri
125 g di burro morbido a pezzi
2 tuorli
100 g di zucchero a velo
aroma di vaniglia
un pizzico di sale
Per farcire:
confettura frutti di bosco "Natura Golosa" Vis

zucchero a velo, per spolverizzare

Attrezzature utili: stampo crostata con fondo mobile Decora


Preparazione della pasta frolla
Mettere in un mixer la farina e il burro morbido, frullare pochi secondi fino a ottenere un composto sabbioso; trasferire su una spianatoia o all'interno di una ciotola, unire lo zucchero a velo, i tuorli, l'aroma di vaniglia e un pizzico di sale. Lavorare l'impasto rapidamente, quindi fare riposare il composto in frigorifero per 30 minuti avvolto in un foglio di pellicola trasparente.
Completare la preparazione della crostata
Preriscaldare il forno a 180°C.
Sistemare la frolla sul piano di lavoro leggermente infarinato e lasciarne 1/3 per le strisce. Sistemare la parte più grande di impasto tra 2 fogli di carta forno e stenderla con un matterello. Togliere la carta forno di superficie e, mantenendo la carta forno alla base, adagiare la pasta all'interno di uno stampo con fondo mobile rialzando i bordi; bucare la base con i rebbi di una forchetta. Con la parte di impasto più piccola ricavare delle strisce di pasta larghe 1 cm e tenere da parte. Farcire l'interno con la confettura, livellando bene la superficie con un cucchiaio. Distribuire le strisce di pasta sulla superficie incrociandole a formare il classico reticolato.
Cuocere in forno caldo per 30-35 minuti (180°C). Togliere con attenzione dal forno e lasciare raffredare completamente prima di sformare. 


Pubblicato da Seddy

Crostata con confettura ai frutti di bosco

16 novembre 2017

Ghirlanda di pane dolce


La magia di una Ghirlanda di pane dolce sulla tavola delle feste è un vero lusso. Perfetta da condividere, oltre a essere un accompagnamento straordinario per il caffè, solo un picco gesto per gustare questi deliziosi panini dolci: basta staccarli con le mani. La ghirlanda di pane dolce è composta da tanti piccoli panini Ensaimada di Maiorca, una tipologia di pane mediterraneo originario delle isole di Maiorca e molto diffuso in Spagna. La caratteristica principale è la forma di spirale o lumaca, molto soffice è l'ideale per la colazione. Una volta preparato l'impasto si lascia lievitare, successivamente lo si arrotola a spirale, aggiungendo un gustoso arricchimento con il burro fuso al posto del tradizionale lardo, lasciandolo così a riposo per una seconda lievitazione. La versione originale, prevede di tirare la pasta sottile avvolgendola su se stessa prima dei giri a spirale. A piacere, si può anche farcire con delle marmellate o creme golose. La ghirlanda di pane dolce sulla tavola natalizia ci sta che una meraviglia!


Ghirlanda di pane dolce

Ingredienti

Per 16 panini
225 g di farina bianca
50 g di zucchero
75 ml di latte tiepido
1 uovo
2 cucchiai di olio di semi di girasole
15 g di lievito fresco
1/2 cucchiaino di sale
aroma di vaniglia (la mia variante)

50 g di burro fuso, per ungere
zucchero a velo, per spolverizzare

Accessori utili: alzata grande Sweetable Papillon rosso by Pavoni


Procedimento

In una ciotola o nella planetaria, mettere la farina setacciata, aggiungere lo zucchero e fare un buco al centro. Amalgamare il lievito con il latte tiepido, versare al centro della farina, spargere un pò di farina sul liquido. Lasciare in un luogo caldo per circa 15 minuti o finchè non diventa schiumoso. 
In una ciotola piccola, sbattere insieme l'uovo e l'olio. Aggiungere al mix di farina e mescolare fino ad avere un impasto liscio.
Rovesciare l'impasto su una superficie leggermente infarinata (o impastare nella planetaria) e impastare per 10 minuti, finchè il composto non diventa liscio ed elastico. Mettere l'impasto in una ciotola leggermente unta, coprire con della pellicola e lasciare lievitare in un luogo caldo per 1 ora circa o finchè non è raddoppiato di volume.
Rovesciare l'impasto su una superficie leggermente infarinata. Picchiettarlo e dividerlo in 16 parti di ugual peso. Modellare ogni pezzo a forma di cordicella corta di circa 38 cm di lunghezza. Versare il burro fuso in un piatto e inzuppare le cordicelle per ricoprirle. (Questa è la versione semplice, se si volesse seguire il metodo tradizionale, bisogna stendere con il matterello ogni pezzo in una sfoglia rettangolare sottilissima, ungerla e arrotolarla su se stessa prima dell'arricciamento a spirale). 
Su una teglia da forno, foderata con carta forno, sistemare i paninetti arricciandolo ogni cordicella a spirale, comporre una ghirlanda, ponendo al centro un coppapasta. Metterli ben distanziati e abbassare le estremità per chiuderle. Coprire con pellicola trasparente leggermente unta e lasciare lievitare, in un luogo caldo fino al raddoppio.
Intanto scaldare il forno a 180°-190°C. Spennellare i panini con acqua e spolverizzare con zucchero a velo. Cuocere in forno caldo per 10 minuti o finchè non sono leggermente dorati. Raffreddare la ghirlanda su una griglia. Spolverizzare ancora con zucchero a velo e servire calda.
Note: la ricetta dei panini Ensaimada di Maiorca è tratta dal libro "Il pane fatto in casa" di Christine Ingram e Jennie Shapter.


Presentatela così!
Per una presentazione impeccabile, servire le creazioni di dolci sulle meravigliose alzate grandi Sweetable Papillon by Pavoni, elegantissima rossa, oppure abbinamenti perfetti con le fresche e colorate translucide tonalità: verde blu, fucsia, red. Una nuova linea di alzate in 3 tipologie diverse con colori di tendenza, realizzate con materiale altamente resistente e di primissima qualità, conferiscono eleganza in tavola e luce alle creazioni!


Pubblicato da Seddy

Ghirlanda di pane dolce

14 novembre 2017

Plumcake allo yogurt con uvetta



Delicato e profumato, pieno di deliziosa uvetta e mandorle, questo plumcake è irresistibile! La combinazione tra yogurt, uva sultanina, cognac e frutta secca, lo rende squisitamente croccante e dal sapore straordinario, nonchè leggero nella versione senza burro. La ricetta semplice di un dolce classico tipicamente anglosassone, di facile preparazione, nutriente e sano, un'idea gustosa alla quale ispirarvi. Perfetto da servire a colazione, merenda o come accompagnamento a una tazza calda di thé nel pomeriggio. L'ideale da offrire agli ospiti nel brunch o per abbellire la tavola delle feste. La coccola morbida della giornata, da tenere comodamente in dispensa, rimanendo soffice per diverso tempo.


Plumcake allo yogurt con uvetta

Ingredienti

250 g di farina 00
130 g di zucchero
3 uova
60 ml di olio di semi
125 g di yogurt bianco
o gusto a piacere
150 g di uva sultanina bio
un bicchierino di cognac e 1 cucchiaio
un pizzico di sale
aroma di vaniglia
10 g di lievito per dolci
lamelle di mandorle q.b. 

Accessori utili: tortiera plumcake Pavonidea


Procedimento
Mettere a bagno nel cognac l'uva sultanina per circa 20 minuti.
In una ciotola o planetaria montare le uova con lo zucchero e il pizzico di sale, fino a ottenere un composto spumoso.
Sempre sbattendo, unire a filo l'olio, lo yogurt, l'aroma di vaniglia, un cucchiaio di cognac.
Aggiungere delicatamente la farina setacciata e il lievito, con un movimento dal basso verso l'alto per non smontare il composto. Infine, incorporare l'uva sultanina ben strizzata e infarinata. 
Versare il composto nello stampo per plumcake, cospargere la superficie con le mandorle a fette, cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 30-40 circa.  Quando il dolce è ben dorato, sformare su una gratella e far raffreddare.




Pubblicato da Seddy

Plumcake allo yogurt con uvetta

11 novembre 2017

Tartellette con ganache alla crema di nocciole


Pronti per dare il via alle ricette dei Dolci delle Feste! Le proposte speciali che profumano di famiglia, regalando dolci atmosfere, nei pomeriggi al caldo tepore di casa. Un'idea sfiziosa di mini dessert: le tartellette con ganache alla crema di nocciole, perfetti per abbellire la tavola delle feste. Piccoli gusci friabili di pasta frolla, farciti con un ripieno cioccolatoso molto goloso, da presentare in comode monoporzioni, l'ideale da gustare in ogni momento della giornata. La magia e il fascino delle stelle renderà la proposta sorprendende!


Tartellette con ganache alla crema di nocciole

Ingredienti

Per la pasta frolla al cacao:
235 g di farina 00
15 g di cacao amaro in polvere S.Martino
125 g di burro a pezzi
100 g di zucchero a velo S.Martino
2 tuorli
aroma di vaniglia bourbon S.Martino
un pizzico di sale
Per la ganache alla crema di nocciole:
100 ml di panna fresca
50 g di cioccolato fondente
2 cucchiai di crema di nocciole

zucchero a velo, per spolverizzare


Procedimento


1. Preparare la frolla mettendo in un mixer la farina e il burro morbido, frullare pochi secondi fino a ottenere un composto sabbioso; trasferire su una spianatoia o all'interno di una ciotola, unire lo zucchero a velo, i tuorli, l'aroma di vaniglia e un pizzico di sale. Lavorare l'impasto rapidamente, quindi fare riposare il composto in frigorifero per 30 minuti avvolto in un foglio di pellicola trasparente.
2. Trascorso il tempo, stendere la pasta con un mattarello ad uno spessore di di 4 mm circa. Imburrare e infarinare gli stampini, foderarli interamente con la frolla e bucherellare la pasta con una forchetta. Con l'impasto rimanente, utilizzando formine per biscotti, ricavare le stelle. Cuocere in forno caldo a 180°C per 15-20 minuti, a metà cottura livellare l'interno con un cucchiaino per definire l'incavo (le stelle cuoceranno prima!). Poi sfornare e raffreddare su una gratella.
3. Preparare la ganache alla crema di nocciole mettendo in un pentolino la panna e scaldare senza bollire. Unire il cioccolato tritato, mescolando fino a completo scioglimento. Unire la crema di nocciole e lasciare rapprendere il composto fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Faricire con la ganache le tartellette e porre al centro di ognuna le stelle cosparse di zucchero a velo.

Prova una variante!
. E' possibile sostituire l'aroma di vaniglia con la scorza di arancia o limone biologici;
. A piacere, si può aggiungere alla ganache qualche cucchiaino di caffè o liquore.




Pubblicato da Seddy

Tartellette con ganache alla crema di nocciole

8 novembre 2017

Panini soffici


Profumi e sapori del buon pane e c'è subito aria di festa! Ogni ricetta di pane è speciale - un lievitato classico da gustare farcito, in tutte le stagioni. I panini soffici al latte preparati con farina di farro, rappresentano un'ottima alternativa per preparare dei sandwich e perfetti da gustare ad ogni pasto. Ottimi da farcire con ingredienti sani e genuini, morbidi e gradevoli seguono i gusti con facile abbinamento a vari tipi di farciture dolci o salate. Bocconcini deliziosi e stuzzicanti!


Panini soffici

500 g di farina di farro Ruggeri
275 ml di latte
1 cucchiaino di miele
50 g di burro
30 g di zucchero
15 g di lievito di birra
7 g di sale

tuolo+latte+sale, per spennellare


Procedimento


L'impasto può essere eseguito a mano, con una planetaria e anche con planetaria o bimby.
1 Sciogliere il lievito nel latte tiepido, unire il miele e mescolare bene a velocità moderata (con il Bimby vel. 3). Aggiungere la farina setacciata continuando a mescolare o impastare a mano; solo verso la fine incorporare all'impasto pian piano il burro a pezzettini e il sale (con il Bimby impastare 3 minuti a modalità Spiga).
2 In una ciotola spennellata di olio lasciare lievitare l'impasto, coperto da pellicola per alimenti o canovaccio umido, fino al raddoppio del volume iniziale.
3 Riprendere l'impasto lievitato e formare dei filoncini, tagliare a tocchetti formando delle palline dal peso di 50 g ciascuna (o grandezza desiderata), modellandole dentro il palmo della mano e facendo una leggera pressione sul piano di lavoro. Posizionare man mano tutti i pezzi ottenuti, ben distanziati l'uno dall'altro, su una placca da forno rivestita con carta da forno per una seconda lievitazione.
4 Trascorsi circa 30 minuti o il tempo necessario per il raddoppio, spennellare la superficie dei panini, con il composto di uovo diluito con il latte, prima della cottura nel forno.
5 Infornare a 200° per 10-15 minuti con vapore. Il tempo di cottura dipenderà dalla grandezza dei panini.
6 Sfornare i panini dorati e porre su una gratella a raffreddare. Servire a piacere con farciture dolci o salate.





Pubblicato da Seddy

Panini soffici

7 novembre 2017

Treccine di ricotta


Cosa c'è di meglio di una sana colazione all'insegna della bontà? Magari, proprio con delle soffici e profumate treccine di ricotta, la dolce coccola del mattino. Una versione di brioche e biscotto insieme, molto semplice e buona, da realizzare in pochissimo tempo, che saprà conquistare tutti per la morbidezza avvolgente e la doratura ideale. Delizie da assaporare in qualsiasi momento della giornata, bontà ottime da gustare anche a merenda durante il break pomeridiano.


Treccine di ricotta

250 g di ricotta
165 g di farina
165 g di zucchero
5 g di lievito
aroma di vaniglia
scorza, limone bio
un pizzico di sale

uovo, per spennellare
zucchero semolato
 

Procedimento


In una ciotola, mettere tutti gli ingredienti e lavorare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
Dividere l'impasto in tanti pezzi di egual peso (50-60 g). Ricavare dei bigoli, ognuno da piegare e intrecciare. Porre si una teglia rivestita con carta da forno, spennellare con l'uovo sbattuto e cospargere con lo zucchero.
Cuocere nel forno caldo a 160°C per 20 minuti, fino a doratura.
Note: la ricetta è tratta dal ricettario di Luca Montersino, modificata nelle dosi.



Pubblicato da Seddy

Treccine di ricotta